protetti alla meta

PROTETTI ALLA META

 

In questa prima parte di stagione abbiamo testato le protezioni per il corpo offerte da Endura SingleTrack, Shin Protector, knee protector e elbow protector. Confortevoli e pratiche da indossare si sono dimostrate all’altezza delle aspettative. Ma andiamo con ordine e valutiamole in modo dettagliato.

SINGLE TRACK SHINE PROTECTOR. Una protezione totale per le nostre gambe. Gli inserti in kevlar rendono la struttura più resistente alle abrasioni, mentre le protezioni in memory foam si adattano al meglio ai movimenti assorbendo al bene gli urti, provate ad impattare contro uno spigolo e vi accorgerete di come lavorano. E’ facile da calzare e il velcro jacquard garantisce una chiusura sicura. Ho voluto provarla anche in condizioni race e nonostante le dimensioni apparentemente grandi è risultata una ginocchiera comoda e capace di assecondare bene la pedalata anche nei trasferimenti. Per chi vuole il massimo della protezione anche per le tibie è un prodotto da considerare

SINGLE TRACK KNEE PROTECTOR. La sorellina minore della shine mantiene inalterate alcune caratteristiche quali il foam di protezione che si adatta al meglio al corpo, il sistema di chiusura con il velcro jacquad e la semplicità di calzata. Una volta indossata risulta un po’ giusta e protegge solo il ginocchio. Per chi è abituato ad utilizzare la taglia M dei prodotti Endura consigliamo di scegliere la misura maggiore, questo per rendere i movimenti più confortevoli. Là struttura minimal ne fa un prodotto valido anche per un utilizzo all mountain che race.

SINGLE TRACK ALBOW PROTECTOR. Una protezione avvolgente e molto comoda per i gomiti e la prima parte degli avambracci. Mantiene le qualità tecniche degli altri prodotti testati, unico neo la calzata un po’ più difficoltosa rispetto ai prodotti per gli arti inferiori, infatti non è possibile aprirla completamente.